I migliori affari? Li trovi solo a Dubai.. con lo Shopping Festival

13 gennaio 2012

Se i saldi nostrani non vi appagano, ecco l’idea per una fuga nel paradiso degli acquisti: Dubai

Quando è nato, nel 1996, aveva le caratteristiche di una pura e semplice trovata commerciale per attirare turisti, soldi e stimolare lo shopping. Ma ora, a 17 anni di distanza, il Dubai Shopping Festival è diventato un appuntamento immancabile ed attesissimo: un mese intero (quest’anno fino al 5 febbraio) di apertura straordinaria di ben 2300 negozi che vendono di tutto, dall’elettronica alla gioielleria, dall’abbigliamento agli accessori. Il tutto a prezzi super scontati, tant’è che  lo slogan della manifestazione è “The world’s best brands at the world’s lowest prices”, ovvero i marchi migliori del mondo ai prezzi più bassi.


Ad inaugurare il festival di quest’anno – il 5 gennaio scorso – sono stati i fuochi d’artificio. E ancora per parecchi giorni, si potrà assistere ad un programma di eventi collaterali davvero spettacolari: artisti, scultori, artigiani e musicisti provenienti da tutto il mondo, concerti, sfilate di moda, laboratori di cucina, fuochi d’artificio e spettacoli teatrali per adulti e piccini. In più un concorso molto speciale e dal tocco un tantino kitsch: un contest per vincere 21kg d’oro. Insomma un’occasione davvero unica per visitare Dubai in un’atmosfera festaiola che non conosce interruzioni.

Ma quali sono i grandi magazzini di lusso? Sicuramente il Dubai Mall, il più grande magazzino di lusso del mondo con ben 1200 negozi. Attraverso il Waterfront Atrium, al piano più basso, si accede alla piazza esterna con la Dubai Fountain: tutte le sere, ogni mezz’ora, uno spettacolo di luci, musica e getti d’acqua alti 150 metri all’ombra del Burj Khalifa. Un negozio da non perdere é il Mumbai Se, una collezione di accessori indiani, dalle tuniche ricoperte di gioielli alle borse fatte a mano. Altro indirizzo da non mancare è la Mall of the Emirates dove trovare le griffes più alla moda e un modo molto particolare di passare qualche ora: e il più grande centro sciistico al coperto del mondo con ben 22.500 km di piste.

(fonte: Turismo.it)

Shopping a Dubai: Ammirati Arabi!

28 settembre 2009

L’attrattività e il panorama sono certamente migliorati rispetto a qualche anno fa, quando i grattacieli erano ancora relativamente pochi e i 40 minuti di tragitto minimo dall’isediamento storico di Dubai, sul Creek, alla spiaggia di Jumeirah, dove sorgono i resort e il Burj Al Arab, erano uno iato noiosissimo e un pò straniante per via di tutta quella distesa di sabbia su cui le superfici a specchio dei palazzi si riflettevano in un inquietante effetto Star Wars.

Souk dei tappeti

Souk dei tappeti

Ora le costruzioni, fitte quel tanto che basta a dare l’impressione di una città vera, sono sapientemente intervallate da giardini e viali curatissimi, innaffiati 18 ore su 24 da tonnellate d’acqua dissalata, che al visitatore occidentale lasciano sempre un vago e inopinato senso di colpa. Ma questo non toglie che nel nuovo paradiso dello shopping esibito e perseguito (al punto di avervi costruito attorno un festival) sia necessario organizzarsi per poterne apprezzare al meglio tutti i vantaggi.

Dubai-phone

Dubai-phone

Tempi e mete vanno infatti valutati con attenzione, delimitando il territorio di caccia entro le quattro aree principali: il Creek, che comprende Deira, la zona dei suq, e Bur Dubai, quindi Sheikh Zayed Road, New Dubai e Jumeirah. Un medio shopper dedica una giornata all’area del Creek, e una mezza giornata a ciascuna delle altre tre, ma i tempi variano naturalmente a seconda degli interessi e degli obiettivi.

Continua…


Dubai: curiosità!!

25 marzo 2009

dubai_workers_409_x_279

14% gli abitanti autoctoni di Dubai: sul totale di 200.000 persone. Le restanti vengono da Oriente, India, Pakistan, Iran, Europa. Con un incremento annuo del 6,4% nel 2018 i “dubaini” saranno 4 milioni.

estrazionepetrolio

2019 l’anno in cui il petrolio finirà, secondo i più pessimisti. Di che vivrà, allora, Dubai? Finanza, commercio e turismo (oggi 20% del Pil).

387834_dubai_highway

450 gli hotel e residence attivi oggi nell’emirato. Il primo fu inaugurato 50 anni fa: era il minuscolo Airlines.

2 miliardi la spesa in oro, tappeti e gadget hi-tech dei 3,5 milioni di visitatori del Dubai Shopping Festival 2008.

dubai1

 

8000 mq: l’area della foglia d’oro a 22 carati usata per gli interni del Burj Al Arab, che vanta anche 24 mila mq di marmi pregiati di 30 diverse varietà. La suite più piccola ha la superficie di 170 mq.

acquario

1869 le specie, tra pesci, crostacei e molluschi introdotti nel 2005 sul reef artificiale della Jumeirah Palm. Gli oceanografi della California University hanno studiato per 2 anni l’habitat del Golfo.