L’Uomo Ragno ha affrontato la torre di Dubai, la più alta del mondo

29 marzo 2011

Il francese Alain Robert, chiamato l'”Uomo Ragno” francese, ha compiuto un’altra impresa spettacolare, scalando il grattacielo più alto al mondo, il Burj Khalifa di Dubai.

L’arrampicatore, 48 anni, ha impiegato sette ore per conquistare i 128 piani, giungendo sulla sommità degli 828 metri che garantiscono alla torre negli Emirati il primato mondiale.

Questa volta però il francese non ha rischiato arresti: la scalata agli 828 metri della torre è stata organizzata nel quadro di una serie di eventi per una conferenza internazionale che si tiene a Dubai e ha per tema “l’educazione senza frontiere”. Il convegno raccoglie fino al 31 marzo oltre mille studenti di 130 paesi ed è patrocinato dal presidente degli Emirati Arabi Uniti, lo sceicco Khalifa bin Zayed Al Nahayan.

Robert è famoso per aver scalato a mani nude un centinaio di grattacieli fra i più alti al mondo, questa volta, dietro richiesta degli organizzatori, ha utilizzato, però, corde e imbracatura.


Dubai: Gucci sbarca negli Emirati Arabi

23 marzo 2011

Patrizio di Marco, presidente e ceo di Gucci ha affermato: “siamo molto orgogliosi di annunciare questo nuovo accordo con il nostro partner di lunga data nel Medio Oriente. Questa è una delle regioni più dinamiche al mondo, dove i prodotti Gucci sono apprezzati, da molti anni, grazie all’equilibrio unico del nostro marchio tra forte tradizione nel settore lusso e autorevolezza nel mondo della moda”.

Queste sono le parole che annunciano che Gucci entrerà direttamente nel mercato degli Emirati Arabi Uniti, attraverso la firma di un memorandum of understanding per la costituzione di una joint venture con Al Tayer Insignia, il più grande retailer di lusso del Medio Oriente.

La joint venture, si legge nella nota, avrà sede naturalmente a..  Dubai.


Art Dubai 2011

18 marzo 2011

Domani, sabato 19 marzo 2011, ultimo giorno della quinta edizione di Art Dubai. Come location è stato scelto il magnifico resort Madinat Jumeirah.

Il direttore artistico della fiera è Antonia Carver, che ha selezionato con il suo team 81 gallerie provenienti da 34 paesi. Rappresentano circa 500 artisti, che lavorano principalmente con pittura, scultura e video animazioni.

Per la prima volta sono presenti due gallerie dalla Cina (da Pechino, Liu Ling) e una da Hong Kong. Presenti anche espositori italiani.

Affiancata da un ricco programma di presentazioni e performances, quella di Dubai è una fiera in crescita, per il continuo interesse dei piccoli collezionisti.


Dubai: 8,6 milioni di visitatori nel 2010

16 marzo 2011

Dubai ha accolto nel 2010 ben 8 milioni 684 mila 387 visitatori. La crescita è stata del 10,69% rispetto al 2009.

Il totale dei pernottamenti, tenendo conto delle diverse tipologie di strutture, segnano un aumento del 17% raggiungendo la cifra di 26 milioni 626 mila 679. Vuol dire che, in media, ogni visitatore ha fatto 3 pernottamenti.

Il tasso di occupazione degli hotel è rimasto stabile nel 2010 al 70%.

Secondo le statistiche rese note dal Dtcm, le entrate del comparto turismo nel 2010 sono aumentate a 13,27 miliardi di dirham (moneta degli Emirati Arabi Uniti), cioè circa 2,6 miliardi di euro.


VII sondaggio di Pazzi per Dubai

6 marzo 2011

Ti chiedo qualche secondo del tuo tempo per rispondere a questa semplicissima domanda. Grazie!!


Inaugurato a Dubai l’International Boat Show

1 marzo 2011

Il Dubai International Boat Show, il salone nautico più antico e prestigioso del Medio Oriente, inaugura oggi cinque giorni espostivi durante i quali yachting farà soprattutto rima con lusso ed extralusso. Già porto del panfilo più grande al mondo, Dubai ospita olte 700 espositori tra i quali figurano 24 tra aziende e rappresentanze italiane oltre a Fincantieri, Azimut-Benetti, Ferretti, San Lorenzo, firme di prestigio internazionale per costruzione e design di super-yacht.


Imbarcazioni che superano i 50 metri – tra i 20 più grandi al mondo otto battono bandiera di una delle monarchie petrolifere del Golfo – i super-yacht hanno assistito ad una crescita costante nei cinque anni fino al 2009, anno di arresto non solo regionale ma globale. I dati dell’Istituto italiano per il commercio estero (Ice) di Dubai relativi allo stesso anno, indicano l’Italia come il secondo esportatore di yacht negli Emirati Arabi Uniti (Eau) con il controllo del 14% degli import totali. Al vertice della classifica gli Stati Uniti (47%), al terzo posto l’Olanda (6%).

Gli Emirati Arabi Uniti figurano invece terzo partner commerciale di riferimento per il settore nautico italiano, dopo Ue e Stati Uniti.

(Shippingonline.it)