Università a Dubai/2

Sedi universitarie da tutto il mondo (per il post precedente, clicca qui), dunque, si sono insediate qui da anni, con ottimi risultati didattici ed economici, per una lunga serie di motivi.

Ad esempio l’appoggio del governo locale non manca, come dimostra la presenza dello Sceicco-Ministro alla cerimonia di laurea della UOWD.

Inoltre le infrastrutture sono eccellenti: Dubai Holding ha costruito il Knowledge Village e la Dubai International Academic City, grandi complessi in cui le università possono semplicemente affittare aule, laboratori e uffici insediandosi in tempi brevi e in modo flessibile, con investimenti minimi. Possono iniziare con piccole dimensioni e crescere in funzione della domanda, con costi variabili, affittando quanto necessario per operare senza investimenti immobiliari.

Dubai Knowledge

Dubai Knowledge

In questi complessi le varie università operano una accanto all’altra e gli studenti fruiscono di tutti i servizi comuni, in una logica di campus molto efficiente. Anche la disponibilità di studenti che pagano fee adeguate non è un problema: figli di famiglie locali, di espatriati, molti studenti provenienti anche dagli altri Paesi del Golfo. Infine le università possono operare nelle free zone, e ciò significa che gli utili generati dall’attività didattica sono rimpatriati alla sede centrale senza esenzione di tasse locali.

Università dunque da tutto il mondo, da anni, ma… neanche una università italiana. Perche’?

Per decidere di aprire una sede all’estero e per gestirla correttamente bisogna che :

– I docenti coinvolti siano perfettamente in grado di insegnare in inglese
– Gli organi decisionali accademici siano dotati di spirito imprenditoriale, di capacità organizzativa e manageriale
– I docenti accettino di essere trasferiti all’estero, rinunciando a coltivare il network di relazioni locali, di consulenze ufficiose, di clientele varie
– I docenti siano presenti, visibili, disponibili, e insegnino consapevoli di essere in concorrenza con le altre università, e di non poter contare su rendite di posizione.

Ancora non si capisce perchè l’univerisità italiana non sia presente…eheheh 🙂

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: