Dubai: Pensati per …Stupire!!

Esagerata, ambiziosa, sempre a caccia di record. Dubai si presenta con montagne innevate e campi da golf in pieno deserto, grattacieli che svettano verso il cielo con iperboliche curve a gomito, arcipelaghi artificiali che riproducono il mondo, palazzi a forma di iPod (per appartamenti hi-tech: iEntertainment con tutti i brani musicali del mondo e iArt per scaricare sulle pareti le immagini dei capolavori di ogni epoca).

Qui anche gli alberghi sono pensati per suscitare meraviglia. Ce ne sono fatti come una vela o come un’onda, inseriti in una torre rotante che funziona ad energia eolica e cambia continuamente forma, all’interno di grattacieli alti quasi mille metri, su un’enorme isola artificiale a forma di palma. E qualcuno ha già progettato di costruire un hotel di 6500 camere. Che sarà, naturalmente, il più grande del globo.

palm-jumeirah-atlantis-hotel-dubai

L’ultima follia dell’hotellerie di Dubai ha il nome di una leggenda: Atlantis, come la città perduta di Atlantide, l’albergo è stato costruito sull’isola (artificiale) di Palm Jumeirah, collegata alla terra ferma da un ponte di trecento metri.

atlantis_thepalm_room

E’ un palazzo rosa corallo formato da due torri unite da un grande arco (che ospita le suite più lussuose), dall’architettura orientaleggiante e gli aredi ispirati al mare, che offre 1539 stanze. Sotto il resort, ci sono le Lost Chambers, un groviglio di tunnel trasparenti e camere di vetro che attraversano un acquario con 65 mila specie marine (il più grande del Medio Oriente). Per divertirsi c’è Aquaventure: 17 ettari di piscine d’acqua dolce e salata, scivoli, fiumi con onde alte un metro, lagune con gli squali, una spiaggia di 700 metri eun delfinario.

Inaugurato appena lo scorso novembre, l’Atlantis è già sorpassato; a Dubai non si fa in tempo a meravigliarsi per un hotel eccentrico che già l’attenzione è attirata da altri, faraonici progetti. Come il Crescent Hydropolis Resort, albergo sottomarino che aprirà i battenti entro il 2009. Simile a una gigantesca medusa trasparente, occuperà oltre 100 mila metri quadri sul fondo del mare, a venti metri di profondità.

In acciaio, cemnto e plexiglass, l’Hydropolis avrà la reception sulla terraferma, collegata da un tunnel al corpo principale sommerso che ospiterà bar, ristoranti, terme, un museo sottomarino e 220 suite con oblò panoramici. Il prezzo? Salato: per una notte si spenderanno 5500 euro.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: