Dubai: Futuro Dorato/1

Prendete nota in agenda: 09/09/09. E’ la data che sancirà – Isciallah! – una doppietta di record: l’apertura del Burj Dubai, 160 piani per 819 metri di altezza, e l’inaugurazione dei 52 chilometri automatizzati della Red Line, rispettivamente il grattacielo più alto e la linea metropolitana senza conducente più lunga al mondo.

Perchè Dubai, l’altro ieri villaggio di pescatori di perle, ieri sonnolenta capitale petrolifera e oggi cosmopolita metropoli sulla mappa degli affari e degli uomini che contano, non solo cambia. Si trasforma radicalmente. A ritmi esponenziali, scommettendo sul futuro senza mai perdere di vista il passato.

Fino a ieri la città è stata il Creek, l’insenatura che corre profonda nel deserto, intorno alla quale è nata e cresciuta: il distretti di Bur Dubai sulla sponda sinistra, quello di Deira su quella destra.

Agglomerato di nazionalità orientali, arabi ovviamente, ma anche indiani, iraniani e asiatici, questa Dubai caotica e colorata negli anni 80 contava 370 mila anime.

Era la città della botteghe, dei negozi e delle contrattazioni, che investiva in progetti infrastrutturali, ma che aveva anche già maturato consapevolezza che il petrolio non sarebbe stato sempre. Cercava altri spazi. E li trovò nella freezon, che cominciò ad attirare piccole e grandi imprese straniere e divenne il motore per la Dubai che sarebbe stata oggi.

To be continued…

Dubai nel 1991

Dubai nel 1991

 

Dubai oggi

Dubai oggi

Annunci

2 Responses to Dubai: Futuro Dorato/1

  1. clickopen ha detto:

    Ciao, ho aggiornato ilcollegamento
    Marino

  2. inventatours ha detto:

    Ciao Marino…Grazie

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: